Manduria: Una fiaccolata in onore dell’Immacolata e secondo la tradizione il digiuno della vigilia

Manduria dedica la Vigilia alla Vergine Immacolata. I parroci hanno organizzato una fiaccolata per ringraziare la Vergine Immacolata per la speciale protezione rivolta alla città soprattutto nella circostanza dell’uragano del 28 Ottobre scorso. E’ stato un vero e proprio miracolo che durante la paurosa tromba d’aria che ha provocato ingenti danni, non si siano registrati feriti. La fiaccolata sarà occasione di raccoglimento in preghiera per rinnovare l’affidamento alla Madre di Gesù, a San Pietro Apostolo e San Gregorio Magno speciali protettori della città. Manduria com’è noto ha un radicato culto mariano. La tradizione del digiuno in onore dell’Immacolata, universalmente diffusa nel mondo cattolico, prese avvio nel XVII secolo dalla Confraternita, su suggerimento della serva di Dio Suor Maria Villani, per implorare la protezione della Vergine su un territorio martoriato da frequenti temporali, che danneggiavano le greggi, le mandrie e gli uomini.
Dopo il digiuno a pane e acqua alle 19.00 ci sarà il raduno delle Comunità Parrocchiali, delle Confraternite, delle Associazioni, dei gruppi e di tutti i fedeli di Manduria presso la Chiesa dell’Immacolata.
La fiaccolata per le vie della città seguirà questo itinerario:
Via Pacelli, Piazza Garibaldi, Corso XX Settembre, via Roma, Piazza Sant’Angelo, Sosta presso la colonna con la statua dell’Immacolata. Dopo un omaggio floreale alla Madonna si rivolgerà infine una preghiera di ringraziamento e riaffidamento della città di Manduria alla Vergine Immacolata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: