Manduria: entra in casa e trova i ladri aggredita consigliere comunale

E’ accaduto in pieno giorno intorno alle 13.30 – 14.00 a Manduria. Vittima di una brutale aggressione la consigliere comunale Marita Minonne 34 anni, eletta nella Lista di Manduria Futura.
La ragazza che doveva partecipare al Consiglio Comunale di Manduria fissato nel pomeriggio per le ore 17.30, era rientrata in anticipo nell’abitazione di Manduria attualmente disabitata perchè la famiglia si è trasferita al mare. All’interno, un appartamento dello stabile in via Gorizia, ha però inaspettatamente sorpreso i ladri, con maschere e tute bianche, mentre frugavano nei mobili. I malviventi, vistisi scoperti, hanno reagito nel peggiore dei modi prima di fuggire, non esitando a picchiare la donna selvaggiamente con calci e pugni, fino a farle perdere i sensi. A dare l’allarme è stata poi la sorella minore che ha allertato la polizia. Sul posto oltre agli agenti del locale Commissariato è intervenuto il 118:

in conseguenza delle ferite riportate la vittima,è stata a immediatamente soccorsa e trasportata presso il locale Ospedale civile Giannuzzi dove i medici gli hanno diagnosticato traumi e contusioni in diverse parti del corpo, giudicando le lesioni guaribili in gg.15 s.c.. Fortunatamente, dunque, non avrebbe riportato lesioni gravi, ma è comunque ricoverata in osservazione. Nell’appartamento è giunto anche personale della Polizia Scientifica che ha effettuato accurati rilievi. Sono in corso le indagini per risalire agli autori dell’azione criminosa.

La notizia è stata comunicata in consiglio direttamente dal Sindaco di Manduria dott. Roberto Massafra che ha espresso solidarietà personale e di tutto il consiglio comunale alla consigliere Marita Minonne e alla sua famiglia. Solidarità è stata espressa anche del Prefetto di Taranto dott. Claudio Sammartino che, appresa l’incresciosa notizia, ha auspicato che quanto prima le forze dell’ordine possano assicurare alla giustizia i responsabili dell’aggressione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: