Manduria: Cuore Messapico inaugura la gestione del Parco Archeologico

Nel 1955 quando furono avviati gli scavi De Grassi che portarono alla luce la necropoli delle mura messapiche furono coinvolti tanti cittadini comuni:

è grazie anche al loro sacrificio e alla loro passione che oggi Manduria può vantare un patrimonio archeologico di inestimabile valore. Uno di quei giovani che rappresenta la Manduria che si rimbocca le maniche e che riparte, il sig. Aurelio Mastrovito è stato scelto per il taglio del nastro all’inaugurazione della nuova gestione del Parco Archeologico restituito alla collettività manduriana e finalmente alla fruizione dei visitatori. Oggi come allora si riparte… da zero… ma con l’entusiasmo e la passione di chi crede nelle potenzialità di questa città.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: