Manduria: Confcommercio incontra Commissari per collaborare su risoluzione problemi

Una delegazione comunale di Confcommercio Manduria ha incontrato, nei giorni scorsi, l’Amministrazione Commissariale del Comune di Manduria che guiderà l’Ente in questa lunga e complessa fase transitoria di gestione straordinaria.

Il presidente provinciale Leonardo Giangrande, il presidente della delegazione, Dario Daggiano e il consigliere Lorenzo Modeo hanno esposto ai commissari – Luigi Scipioni, Vittorio Saladino e Luigi Cagnazzo, le priorità tra le varie problematiche del settore, anche in vista della stagione estiva ormai avviata ed hanno chiesto l’avvio di un percorso di collaborazione.
In primo luogo l’annoso problema dei dehors, momentaneamente risolto grazie al rinnovo delle licenze per tutti gli esercenti che erano stati già autorizzati nella passata stagione. Quello dei dehors è un tema sul quale da anni lavora la Confcommercio, che ha confermato la propria disponibilità a collaborare con il Comune e la Soprintendenza dei Beni culturali per la definizione di un regolamento che possa garantire negli anni certezza e trasparenza dei criteri di allestimento e gestione degli spazi all’aperto dei pubblici esercizi, ed evitare così le complicazioni burocratiche, i ritardi e le incongruenze che in questi anni hanno messo in discussione il diritto di fare impresa in un contesto di chiarezza e legalità.
Tra gli altri temi affrontati con i Commissari, che devono prendere ancora piena contezza delle varie situazioni e problematiche che investono le aree urbane del commercio: la questione dei parcheggi a pagamento a soluzione della quale, secondo Confcommercio, sarebbe opportuno affidare il servizio a ditte specializzate, sostituendo l’attuale sistema del ‘gratta e sosta’ con l’adozione del ticket; non meno importante la situazione di degrado del centro storico dove da tempo i commercianti chiedono interventi di ripristino del decoro urbano e di riqualificazione delle zone di pregio. E sempre in tema di valorizzazione e promozione del patrimonio culturale Confcommercio ha sollecitato l’Amministrazione comunale a procedere quanto prima all’affidamento della gestione del Parco archeologico e del Museo civico, due attrattori che possono a dare valore aggiunto all’offerta turistico- commerciale della città di Manduria.
E se il commercio cittadino detta i suoi tempi, ancora più inderogabili risultano le sollecitazioni che giungono dalle zone di mare. La stagione balneare, ormai avviata, richiede soluzioni rapide a fronte delle urgenze che gravano su San Pietro in Bevagna: l’illuminazione pubblica, la pulizia delle spiagge, la gestione dei rifiuti, del commercio ambulante. Una su tutte la questione del mercatino giornaliero di via delle Perdonanze che già a partire dal 15 giugno scorso doveva essere operativo e che resta invece in balia di un disordinato spontaneismo, nell’attesa di una regolamentazione delle aree-posteggio, allo stato attuale bloccata da impedimenti organizzativi della macchina burocratica. Intanto domenica scorsa questa de-regolamentazione ha creato grossi disagi per i residenti, per le attività commerciali e per la mobilità della zona.
Non meno grave la questione della raccolta dei rifiuti solidi urbani per i quali si propone il raddoppio delle isole ecologiche per permettere un migliore smaltimento della spazzatura a vantaggio sia delle attività del commercio che dei residenti.
Insomma tante questioni aperte a fronte delle quali la nuova Amministrazione comunale, si è dimostrata disponibile all’ascolto e propensa ad avviare percorsi di confronto e collaborazione con l’Associazione anche in vista di una programmazione prossima e medio termine che traguardi a nuovi e importanti progetti di rilancio delle aree urbane del commercio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: