Manduria: aumentano le famiglie in difficoltà, l’Enapa scrive al Prefetto

Da una ventina sono quasi raddoppiate le famiglie a rischio povertà che si sono rivolte al patronato Enapa di Manduria per cercare di individuare azioni comuni per sbloccare la situazione di crisi economica che ormai è arrivata a livelli insostenibili. Circa 35 nuclei familiari lamentano una situazione di indigenza tale da non consentire loro la soddisfazione dei bisogni primari.
Famiglie con entrambi i coniugi senza lavoro, né fruitori di alcun tipo di sussidio sociale, a volte con figli portatori di handicap, artigiani costretti a ricorrere a prestiti di modestissima entità da parte di parenti per pagare le tasse ed evitare azioni esecutive e proteggere l’unico bene che alcuni ancora possiedono: la propria casa. Si cerca di superare le difficoltà ma non è semplice perché il lavoro è sempre più merce rara. Così come annunciato in una conferenza stampa, l’Enapa dopo aver chiesto per ben due volte al sindaco di Manduria dott. Roberto Massafra un incontro, ha scritto, nei giorni scorsi, al Prefetto di Taranto, richiamando i principi sanciti dalla Costituzione sulla dignità sociale, l’uguaglianza dei cittadini e il compito della Repubblica a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona umana. Si è in attesa ora di un riscontro da parte della massima autorità governativa provinciale. Intanto anche il sindaco di Manduria, in questi giorni, ha convocato il rappresentante dell’Enapa Leonardo Moccia che incontrerà con una delegazione di famiglie bisognose, il prossimo 4 Ottobre.

Manduria Municipio2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: