Manduria. Arcangelo Durante: “Dossi si, dossi no…quali sono i criteri?”

“I dossi artificiali non si installano a casaccio dove non servono!” – lo sottolinea in una nota l’ex consigliere comunale di Manduria Arcangelo Durante che ricorda che, già nello scorso gennaio, i residenti e gli esercenti di via per Avetrana fecero una richiesta che è rimasta lettera morta. Nella nota dello stesso consigliere si legge testualmente: “Nell’ultimo anno in particolare si è assistito ad una molteplice installazione di dossi artificiali anche laddove, francamente, ci sentiamo di dire che non servirebbero affatto mentre si trascurano strade a grande traffico come via per Avetrana o anche nei pressi delle scuole come ad esempio vicino al plesso Michele Greco.
Come viene fatto debitamente notare dall’ex consigliere vengono poi ignorate completamente anche strade come viale Aldo Moro teatro di numerosi incidenti anche gravi mentre ci si diverte a piazzare dossi, addirittura due, su via dei Mille, una bretella stretta e a dir poco impraticabile in quanto piena di buche, priva di marciapiedi e con una schiera di auto sempre posteggiate su un lato ed attualmente è interessata perfino da un cantiere edile. Riepilogando: occorrerebbe, come segnalato, almeno un dosso all’ingresso di via Roma, che poi è la strada principale di ingresso della città, un secondo all’ingresso di Uggiano Montefusco sulla strada che costeggia il cimitero comunale, almeno un secondo in via per Lecce nella zona Matera.
Nel criticare il modus operandi di chi coordina e dispone l’installazione di dossi artificiali che, tra l’altro, hanno anche un certo costo, Arcangelo Durante aggiunge: “Quanto avviene ormai da oltre un anno, appare in maniera palese come la continuazione di sistemi adottati dall’ex amministrazione. Infatti, ribadisco oggi quanto affermato quando c’era la commissaria Garufi e cioè che si fa malissimo ad affidare compiti agli stessi dirigenti che in questi anni non hanno certo brillato per efficienza ed operosità.
A tal proposito l’ex consigliere facendo preciso riferimento al dirigente che si occupa della sicurezza stradale dichiara: “Anche per quanto attiene all’installazione di dossi artificiali non si può agire ad personam così come già avvenuto facendo installare rallentatori e disinstallare segnali di divieto di sosta dove non esiste reale necessità così come avvenuto su via Santa Lucia e via Sant’Antonio. ” L’ex consigliere Durante disapprova questo modo di gestire la viabilità e la sicurezza: “Ci si chiede, infine, come mai – conclude Durante – i commissari straordinari che amministrano attualmente il Comune di Manduria possano permettere che si continui a improvvisare anche in settori dove la competenza e la professionalità sono alla base per garantire la viabilità la vivibilità la sicurezza e, nel frattempo, evitare sprechi come nel caso di installazione di dossi artificiali in luoghi in cui non ce ne sarebbe affatto bisogno e… non oso spingermi oltre”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: