Manduria 5 Stelle: Amministrazioni di destra o di sinistra “in comune”…il nulla

“In questi ultimi anni le amministrazioni di destra e di sinistra si sono alternate ma hanno lasciato tutte il medesimo segno: IL NULLA ASSOLUTO.” E’ il giudizio critico sull’operato delle amministrazioni che si sono succedute negli ultimi vent’anni a Manduria da parte del Meet Manduria a 5 Stelle che rincara: “Con quest’ultima legislatura, poi, si è raggiunto l’apice. Hanno amministrato praticamente tutti, da quelli effettivamente eletti per amministrare a quelli che, in prima battuta, erano usciti sconfitti dalla tornata elettorale e che gli elettori avevano votato come oppositori alla maggioranza uscita invece vincitrice dalle urne elettorali.
Tutti indistintamente, vincitori e vinti, maggioranza e opposizione, difensori e critici, componenti di questa amministrazione, non saranno ricordati per nessun atto amministrativo particolare che abbia portato dei, sia pur minimi, benefici alla comunità che volevano amministrare. Anzi.”
“Qualcuno ricorda il programma elettorale del sindaco uscente? – prosegue il meetup – Ha controllato se almeno uno dei buoni propositi che vi erano scritti è stato attuato? Ma anche degli altri partiti (nascosti sotto il nome di liste civiche) e che, a turno, hanno amministrato, hanno attuato qualche punto del loro programma?
E come potevano, essendo così tanto diversi tra loro? Era solo l’ambizione di poter far parte dell’amministrazione ad aver fatto accettare ai nostri cari politicanti la possibilità di far parte della maggioranza. D’altra parte, sono per lo più sempre gli stessi, direttamente o indirettamente, da venti anni a governarci (o meglio a non governarci) pur facendo, alternatamente, vittime e critici spietati del modo di amministrare la nostra città.
Anche chi si professa come “il nuovo che avanza” o chi si fa paladino delle proteste popolari ormai è da tempo sulla scena politica ed ha appoggiato ora una parte, ora l’altra parte dei partiti che ci hanno governato, hanno speculato per quello che potevano quando erano in buoni rapporti, e ora ne prendono le distanze in vista della prossima tornata elettorale.”
Il Meetup Manduria 5 Stelle prosegue nella sua analisi della politica locale degli ultimi anni.
“Non era difficile prevedere che questa amministrazione non sarebbe arrivata al suo termine naturale, vista l’eterogeneità degli elementi da cui era composta. Anzi, è durata fin troppo. E noi, nonostante qualcuno non voglia riconoscerlo, l’avevamo già previsto già il giorno successivo all’insediamento della giunta comunale. Era facile prevederlo già da allora perché l’infausta coalizione era di per sé finalizzata solo a vincere le elezioni, a far realizzare questo o quell’affidamento di lavori, e non a difendere effettivamente gli interessi dei cittadini (ad esempio realizzando un vero piano del traffico, sostenendo in modo serio il comitato unico contro lo scarico a mare, sostenendo in maniera efficace ed efficiente diversi servizi di cui Manduria è sede, ecc.).
Nei riguardi di questa amministrazione comunale siamo sempre stati fervidi oppositori, soprattutto per mancanza di considerazione delle istanze dei cittadini. Istanze che non sono state mai prese in considerazione solo perché l’arroganza e la superbia di una amministrazione che aveva più interesse a favorire questo o quel politico che poteva garantirgli la sopravvivenza, come effettivamente è avvenuto fino a qualche giorno fa.”
Il Movimento 5 Stelle di Manduria ha fatto la sua azione attraverso suggerimenti, proposte… “Anche il nostro meetup, nonostante sia composto da semplici cittadini e non da politicanti di professione, e nonostante le critiche mosse all’amministrazione, si è sempre dimostrato propositivo, non si è limitato, come molti hanno fatto, a solo criticare sui social o alle prime occasioni utili. Tante sono state le iniziative promosse e le criticità evidenziate all’amministrazione, come ad esempio: adesione al progetto decoro urbano; proposta di formazione di un europrogettista per reperire fondi comunitari (ad oggi purtroppo molti già persi); iniziative sugli ecoreati, sulle discariche presenti sul territorio e sulla mancanza delle isole ecologiche; proposta degli orti sociali (proposta poi effettivamente realizzata da alcuni altri Comuni a noi vicini); interrogazione parlamentare sullo scarico a mare; istanza per regolamentare l’apertura di sale slot, la rimodulazione della tariffa sui rifiuti; workshop sui fondi europei; istanza sul collocamento dei disabili; istanze sulla situazione del canile rifugio e sul canile sanitario; regolamento sul “baratto amministrativo”; istanza per l’acquisto di giostrine per bambini disabili con fondi regionali; e tanto altro ancora.
Decisamente non poche iniziative se si considera che siamo dei semplici cittadini e non politicanti di professione, e che, tra l’altro, sono state recepite e copiate sia da altri Comuni sia da altri politici locali che, forti dei loro sponsor che concedono una visibilità maggiore, in varie occasioni, si sono attribuiti questa o quella iniziativa. Considerando poi che quasi tutte sono iniziative con impegno economico minimo, immaginate i benefici che ne avrebbe tratto la nostra comunità.”
“Purtroppo l’impegno fisico per portare avanti le varie iniziative sembra sia più gravoso. La realizzazione del “nulla” con sperpero di soldi pubblici (vedi canile sanitario, isola ecologica, semaforo contrada Meschinella, ecc.) era più importante.”
“Per noi è soprattutto una questione di amore verso il nostro territorio e non di poltrone. Pur essendo un gruppo votato all’uso del web, amiamo soprattutto incontrare la gente con i nostri gazebo discutere con loro e proporre e condivider iniziative per il futuro.- affermano i grillini locali – Vorremmo quindi far presente ai cittadini che, se vogliono veramente cambiare qualcosa nell’amministrazione della nostra comunità, devono essere innanzitutto loro ad impegnarsi direttamente e a proporre iniziative sociali indirizzate all’utilità collettiva, andare oltre le normali critiche lasciate sui social network che lasciano il tempo che trovano e presto vengono dimenticate, e non farsi trarre in inganno da questo o quel critico che si propone (alcuni ormai da tempo) come “nuovi” ma che in varie occasioni hanno coinvolto vari politicanti di tutti gli schieramenti dell’arco costituzionale, salvo poi prenderne le distanze quando la situazione non era più conveniente.
Conseguenza di questo contesto politico sconfortante, è l’intervento di un commissario prefettizio e di una commissione antimafia, a cui il meetup Manduria 5 Stelle augura un sereno e proficuo lavoro.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: