Mai più “soli”. Manduria Noscia lancia iniziativa a sostegno di “Motorino”

Il rammarico più grande, quello di non essere intervenuti in tempo per difendere Antonio Cosimo Stano bullizzato da un branco di balordi, si trasforma in solidarietà per quanti potrebbero essere attualmente nelle condizioni di difficoltà e disagio. E’ una iniziativa concreta quella lanciata da Cosimo Breccia del Movimento Manduria Noscia, come vuole essere concreta la vicinanza a persone che ancora in vita hanno bisogno del sostegno della comunità. E la comunità, con il contributo dei social, si sta mobilitando in favore di un concittadino che tutti conoscono come Mimino “Motorino” che, recentemente, ha subito l’incendio del suo appartamento dove viveva con quattro cani, morti tra le fiamme divampate per cause “non meglio definite”. Ora Mimino che non può accedere alla sua umile dimora in quanto ritenuta non agibile dorme in ricoveri di fortuna in campagna. “Oltre al danno la beffa – afferma Breccia – ad un indigente viene chiesto il ripristino dei luoghi trascurando il fatto che non ha da mangiare”.
I componenti del gruppo si stanno attivando per cercare una casetta o anche una stanza da affittare ad una somma accessibile per “dare una speranza a chi oramai è rassegnato a vivere nella solitudine e nell’abbandono. Noi tutti – affermano in un appello – possiamo fare la differenza se vogliamo, se crediamo che sia giusto aiutare chi non ha la nostra fortuna o la nostra forza, diamo una mano a chi ne ha bisogno”.
Una comunità che si sente orfana delle Istituzioni ma che non molla…in attesa di tempi migliori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: