L’Ospedale di Castellaneta intitolato a “San Pio da Pietralcina”

Con una cerimonia che si svolgerà in concomitanza con il 50° anniversario della sua morte, venerdì 21 Settembre

l’Ospedale di Castellaneta sarà intitolato a “San Pio da Pietralcina”.

È la prima volta che un ospedale pubblico della nostra regione viene intitolato al Santo di Pietrelcina.
La nuova denominazione del nosocomio castellanetano è il felice esito di una petizione avviata alla fine del 2017 dall’Associazione Onlus “Echèo” di Palagiano, associazione dei pazienti oncologici dell’Ospedale di Castellaneta, promossa anche dalle Amministrazioni Comunali di Castellaneta, Palagiano, Palagianello e Mottola, che in pochissimi mesi ha raccolto l’adesione di circa cinquemila cittadini.
L’istanza è stata accolta con grande favore dall’ASL Taranto, che, dopo aver ricevuto l’autorizzazione della Prefettura di Taranto, nonché il parere favorevole della Società di Storia Patria della Puglia e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Lecce, Brindisi e Taranto, ha formalizzato il nuovo nome lo scorso 8 giugno con la Deliberazione del Commissario Straordinario n. 427.
L’Ospedale di Castellaneta è in funzione dal 2005, ed è costituito da una piastra con torre centrale; la piastra si sviluppa su due livelli fuori terra, mentre la torre centrale si sviluppa su cinque livelli. Attualmente conta 114 posti letto ma, con l’attuazione del Piano di Riordino Ospedaliero approvato lo scorso anno dalla Giunta della Regione Puglia, dovrebbe passare a 201 posti letto (183 per acuti, 8 riabilitativi e 10 per lungodegenza).
La cerimonia di intitolazione avrà inizio alle ore 10 del 21 settembre. Aprirà i lavori il Direttore Sanitario dell’ASL Taranto, Dr. Vito Gregorio Colacicco; seguiranno gli interventi del Direttore Generale ASL Taranto, Avv. Stefano Rossi, del Sindaco di Castellaneta, Avv. Giovanni Gugliotti, del Presidente dell’Associazione “Echèo”, Pasquale Rizzi, e del Presidente della Regione Puglia, Dott. Michele Emiliano. Seguirà la benedizione impartita da S.E. Mons. Claudio Maniago, Vescovo di Castellaneta.
L’Avv. Stefano Rossi, da pochi giorni riconfermato alla guida dell’ASL Taranto, esprime soddisfazione per la nuova denominazione della struttura: “La nuova intitolazione dell’ospedale, iniziativa promossa da Echéo che l’ASL Taranto ha condiviso con entusiasmo, costituisce un atto di riconoscenza nei confronti di un Santo a cui la Puglia è particolarmente legata, e che ha vissuto una vita improntata a sentimenti di pietà per i malati e al desiderio di aiutarli in maniera concreta. L’augurio di questa direzione è che i medici e tutto il personale che opera presso l’Ospedale San Pio di Castellaneta, che, tra l’altro, in base a quanto emerso nella rilevazione sull’umanizzazione delle strutture di ricovero svolta nello scorso anno, è uno dei primi ospedali pugliesi per umanizzazione delle cure e del servizio, si impegni ad ispirare la sua attività alla dedizione e alla cura della persona nel suo complesso di bisogni non solo fisici, ma anche psicologici e sociali”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: