Lecce. Introna: No a scuole trappole. Necessario monitoraggio edifici scolastici

Lecce – “Le scuole non possono trasformarsi in trappole per gli studenti, devono essere luoghi tutelati, sicuri, confortevoli, accoglienti. L’episodio doloroso di Lecce sia l’ultimo”. Sono parole del presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna, a proposito della morte dello studente 17enne Andrea De Gabriele avvenuta ieri mattina a Lecce nella succursale del liceo scientifico ‘De Giorgi’.
Introna chiede alla Giunta regionale di avviare una campagna di monitoraggio di tutti gli edifici scolastici in Puglia, per definire con urgenza un programma pluriennale di manutenzione, messa in sicurezza e adeguamento a norma degli impianti.
In una lettera al presidente della Regione Nichi Vendola ed ai presidenti di Anci e Upi Puglia, Luigi Perrone e Francesco Schittulli, il presidente del Consiglio regionale pugliese sollecita verifiche tempestive e un piano di interventi, utili anche alla redazione del Fascicolo dei Fabbricati, “la cui istituzione è prevista in un’iniziativa legislativa già approvata dalla competente commissione consiliare e che attende la necessaria copertura finanziaria per completare l’iter. Sono certo – ha detto ancora – che una volta definita la dotazione il Consiglio vorrà approvarlo in tempi rapidi.”
“Non si può morire a 17 anni, per uno scherzo banale, ma soprattutto- ha concluso Introna – per il cedimento di una copertura di metallo arrugginito, facilmente raggiungibile”.
introna

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: