Lecce, Giornata della Memoria: due iniziative promosse dall’Università del Salento

In occasione della Giornata della Memoria 2018 il Dipartimento di Beni Culturali
dell’Università del Salento ha promosso due iniziative aperte a tutta la cittadinanza, che si svolgeranno presso il Museo Storico-Archeologico dell’Università del Salento (MUSA) in via di Valesio angolo viale S.Nicola a Lecce.
La prima iniziativa sarà il 23 gennaio alle ore 17.30, dove verrà inaugurata la mostra di pittura di Fabiola Malinconico intitolata “Immagini di Ebrei dal Salento medievale: una rilettura contemporanea tra arte e memoria”.
Le sue opere propongono alcune immagini di Ebrei presenti nella pittura salentina del XV secolo.
Dopo gli indirizzi di saluto di Vincenzo Zara, Magnifico Rettore Università del Salento Letizia Gaeta, Delegata alla conoscenza, ricerca e messa in valore dei Beni Culturali Gianluca Tagliamonte, Direttore Dipartimento Beni Culturali e Mario Lombardo, Direttore Museo MUSA e dopo un‘introduzione del prof. Marco Leone, Delegato alla Comunicazione del Dipartimento di Beni Culturali, precederanno la visita alla mostra gli interventi del prof. Fabrizio Lelli, docente di Lingua e Cultura dell’Ebraismo e della prof.ssa Manuela De Giorgi, docente di Storia dell’Arte Medievale dell’Università del Salento.
La seconda iniziativa sarà il 26 gennaio alle ore 18.30, sempre presso il MUSA, dove si svolgerà il concerto “La Rosa Enflorese. Omaggio in musica alla cultura ebraica” del gruppo strumentale Ensemble Concentus che propone un percorso musicale attraverso il repertorio popolare sefardita, la cui tradizione prende le mosse dalla fine del 1400, epoca in cui gli ebrei spagnoli furono costretti ad abbandonare la penisola iberica. Il programma del concerto dà ampio spazio a questo repertorio, mettendo in evidenza le tracce arcaiche e popolari della musica dei trovatori medievali e le tracce gitane che lo caratterizzano, rendendolo suggestivo ed evocativo, ed è integrato da brani musicali di compositori ebrei vissuti in Italia sotto la protezione di nobili casate come il Maestro di danza Guglielmo Ebreo da Pesaro (1420 ca. – 1484 ca.) e il mantovano Salomone Rossi (1570 – 1630).
L’iniziativa è organizzata nell’ambito delle attività del Corso di Laurea DAMS – Progetto DAMS-AID, finalizzato dalla Regione Puglia. Dipartimento Sviluppo economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro.
Le due iniziative rendono omaggio alla ricchezza della cultura ebraica e approfondiscono l’aspetto della sua influenza nella formazione della cultura salentina e occidentale in generale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: