Le regioni italiane hanno incontrato il Ministero De Girolamo: OGM, PAC ed Expo 2015 i temi affrontati

Le regioni italiane hanno incontrato in sede di commissione politiche agricole, coordinata dall’assessore della Puglia Fabrizio Nardoni, il ministro dell’agricoltura Nunzia de Girolamo.

Tra i temi posti all’attenzione del ministro priorità e’ stata data agli OGM. La commissione ha dato atto al Ministro dell’ottimo lavoro svolto in Parlamento, e ha insistito sulla posizione delle regioni già evidenziata in altre circostanze, che venga immediatamente emanato il decreto sul divieto di coltivazione.

“E’ incomprensibile infatti un ritardo del Governo e degli altri Ministeri coinvolti rispetto alla posizione espressa dal Parlamento e dal sistema delle Regioni” – ha detto il coordinatore del tavolo, l’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni.

La commissione ha poi posto all’attenzione del ministro la necessità che le Regioni per la parte agricola siano coinvolte sui temi dell’Expo 2015 evidenziando la necessità di individuare insieme al Ministero le strategie e le priorità che devono vedere la partecipazione delle Regioni e delle filiere produttive agricole alla grande esposizione internazionale di Milano 2015.

“Su questo aspetto abbiamo chiesto ed ottenuto dal Ministero De Girolamo un tavolo tecnico apposito – ha spiegato Nardoni – consapevoli della grande occasione di rilancio sui temi dell’agricoltura e dell’alimentazione proposti dall’appuntamento del 2015”.

Stiamo tentando di lavorare di concerto – ha detto l’assessore regionalep pugliese – anche nell’ottica di rappresentare al meglio le ragioni del mondo agricolo italiano e proprio per questo anche in vista della nuova PAC (Politica Agricola Comune) 2014-2020 il sistema delle Regioni e il Ministero saranno impegnati a lavorare insieme per la definizione delle strategie nazionali di predisposizione e attuazione dei nuovi PSR (Programmi di Sviluppo Rurali).

La commissione ha poi evidenziato al ministro la grave situazione di Agea e Sin che stanno creando problemi agli agricoltori di tutte le regioni per le quali Agea è organismo pagatore.

“Occorre immediatamente mettere mano alla riorganizzazione degli enti vigilati e controllati – ha detto Nardoni – Riorganizzazione nella quale il sistema delle regioni chiede di essere direttamente coinvolto”.

De Girolamo-Nardoni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: