Impianto Heracle Erchie. on. Macina (M5S) replica al sindaco Margheriti: “…non è mia la firma sulla convenzione!”

E’ come se il Sindaco di Erchie Giuseppe Margheriti ora volesse giustificarsi ed addossare ad altri la responsabilità della prossima realizzazione in paese di un impianto di compostaggio Anaerobico a Biogas della società Heracle. Lo si evince dalle dichiarazioni rilasciate al termine della riunione che si è tenuta nella sede della Provincia di Brindisi per definire alcuni aspetti rimasti per ora senza alcuna risposta e soprattutto la data di inizio dei lavori. Il sindaco Margheriti chiama in causa i Ministri e la portavoce locale del M5S Anna Macina. Proprio quest’ultima, da sempre attiva e determinata nelle battaglie ambientali e promotrice con il locale meet up di varie manifestazioni di protesta contro questo impianto, per il sindaco avrebbe cambiato “idea” ora che è al governo. Pronta la replica dell’on. Anna Macina che richiama il primo cittadino alle sue responsabilità ritenendo quelle attuali vere e proprie “lacrime di coccodrillo”. Forte e chiaro il messaggio lanciato in quelle battaglie: l’Amministrazione Margheriti può impedire l’inizio dei lavori sussistendone tutti i presupposti e tutti i motivi per farlo! In che maniera? Come gli ercolani hanno più volte chiesto ovvero revocando la convenzione che hanno sottoscritto.

“Lo confesso: mi dispiace, quasi mi impietosisce.
Il Sindaco di Erchie pensa di recuperare la propria credibilità piangendo e implorando a destra e a manca un qualche “aiutino da casa”, ora che nei “rifiuti” che ha fortemente voluto a Erchie, ha trascinato tutti i suoi cittadini.
Al Sindaco Margheriti, dico ricordando il famoso cantante Cocciante … che “Margherit(i)a è sola”.
Solo con le proprie responsabilità e con i macigni che nessuno potrà togliergli di dosso! Ma davvero parla di comode poltrone riferendosi a me! Lui?!
Lui che sulla poltrona ci è rimasto quand’anche agli arresti domiciliari per tre mesi?! Davvero non c’è decenza!
E’ chiaro che adesso “mendicare” comprensione fare finta di fare mea culpa, affidandosi ad impossibili “salvatori della patria” è l’unica cosa che resta da fare!
Al Sindaco Margheriti, rammento che non esistono salvatori della patria ma esistono persone come me, innamorate perdutamente di Erchie e dei suoi cittadini.
Sono stata, sono e sarò sempre dove sono stata!
Al fianco dei miei concittadini!!!
Cosa ho detto e fatto io è documentabile e protocollato anche presso il Comune di Erchie!Dovrebbe saperlo il Sindaco dalla finta memoria del pesciolino rosso!
Si dia pace! Non è mia la firma sulla convenzione con Heracle! Non sono io quella che ha aperto la porta all’impianto a Erchie!
Il Sindaco che oggi si chiede dove sono, è lo stesso che in piazza annunciò di volermi denunciare per procurato allarme, è lo stesso che insultò i miei concittadini, è lo stesso che quando è in difficoltà sorride, fa spallucce e pensa….”io speriamo che me la cavo”!
Adesso c’è solo una cosa che lei può fare: andare a casa!
La farsa è finita.
Noi e sottolineo Noi!”

#noinonmolliamo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: