Grottaglie: la polizia cattura tre rapinatori – le foto

Avevano compiuto una rapina la sera del 14 agosto scorso ma sono stati quasi subito catturati dagli Agenti del Commissariato di P.S. di Grottaglie grazie al dispositivo di prevenzione e di controllo del territorio predisposto in occasione della festività di ferragosto in tutta la provincia. Si tratta di tre giovani pregiudicati grottagliese Francesco MATICHECCHIA, di anni 20, Antonio DI PALMO e Alessandro LIUZZI, entrambi di anni 21. i tre malviventi si erano introdotti intorno alle 20.20 della vigilia del ferragosto, all’interno di un esercizio commerciale in Piazza Verdi a Grottaglie. In quel momento il negozio era gremito di clienti. Nonostante ciò, i tre, travisati e minacciando di essere armati, si sono fatti largo con violenza tra i presenti e si sono diretti alle casse impossessandosi del denaro in esse contenute. Arraffato il denaro si sono dileguati a piedi in una via adiacente. Nel frattempo, alcuni passanti hanno allertato la sala operativa “113” del Commissariato. Gli agenti della Volante di zona in pochi attimi hanno raggiunto l’esercizio e appresa la direzione di fuga dei malviventi si sono posti sulle loro tracce; mentre la zona era circondata dall’arrivo di altri equipaggi della Polizia di Stato. E’ iniziata così una meticolosa ricerca dei tre fuggitivi che ha dato i suoi frutti dopo pochi minuti. Nella vicinissima via Cellini gli stessi Agenti hanno notato il cancello di un garage completamente aperto e all’interno di uno dei box la presenza di persone che, al buio, confabulavano tra loro. Dai loro dialoghi gli agenti hanno avuto la certezza di aver individuato il terzetto che qualche minuto prima aveva compiuto la rapina, pertanto hanno deciso di fare irruzione nel box proprio mentre i malviventi cercavano di uscire dopo essersi cambiati gli indumenti. Pur di sottrarsi alla cattura i tre giovani si sno scagliati con violenza contro i poliziotti che alla fine comunque sono riusciti ad immobilizzarli e a trarli in arresto. Nel frattempo DI PALMO, cercando nuovamente di fuggire ha tentato, invano, di sbarazzarsi del “bottino”, poco prima rapinato, ammontante a 2800 Euro in banconote di diverso taglio. I tre avevano inoltre dato alle fiamme gli indumenti che avevano dismesso nel vano tentativo di cancellare ogni traccia. Gli agenti
così hanno dovuto anche spegnere le fiamme che avevano già prodotto fumo nero che usciva dal box e che si stavano velocemente propagando all’interno di esso. Grazie alla collaborazione delle pattuglie dell’Arma dei Carabinieri intervenute sul posto e dei Vigili del Fuoco, l’incendio è stato domato, scongiurando così seri pericoli per l’intero stabile. Recuperata la somma di denaro è stata restituita al legittimo proprietario.Equipaggio Polizia

Non sono mancate parole di plauso e di compiacimento da parte di cittadini che per puro causo si sono trovati ad essere spettatori sia della rapina che del rocambolesco arresto. Le indagini proseguono per accertare se i tre giovani, in considerazione delle modalità, negli ultimi tempi, si siano resi responsabili di analoghe azioni criminose.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: