Gino Strada dice si alla proposta di gestione del futuro ospedale San Cataldo di Taranto

Con una lettera giunta qualche giorno fa il fondatore di Emergency, Gino Strada, ha accolto con favore la proposta avanzata dal comitato Taranto Futura sulla gestione del futuro ospedale San Cataldo di Taranto approvato dalla Regione Puglia. Ne ha dato notizia lo stesso Comitato che ora passa alla fase successiva presentando la proposta al presidente della Regione Puglia Nicky Vendola. L’idea dell’Avv. Nicola Russo, coordinatore del Comitato cittadino – che ha tenuto una conferenza stampa -è quella di costruire l’ospedale nella zona Taranto 2 nelle vicinanze della Villa Verde e della Clinica Bernardini. per realizzare la Cittadella della sanità. Riguardo all’ubicazione dell’ospedale, l’avvocato afferma di aver anche richiesto un referendum per sentire l’opinione dei cittadini.


Strada, che aveva già manifestato la volontà di aprire anche in Italia strutture sanitarie con le caratteristiche degli ospedali Emergency, ritiene che l’idea possa concretizzarsi : il nuovo ospedale di Emergency punterebbe più sull’aiutare i pazienti che al profitto, come scrive Gino Strada: “Sarebbe innanzi tutto un ospedale dei cittadini, dei pazienti, di chiunque abbia bisogno di cure, dove potremmo dimostrare di saper curare anche la malattia che ha colpito la nostra sanità: il profitto. Perchè questo avvenga, però, è indispensabile poter contare in primo luogo sulla piena collaborazione delle autorità sanitarie regionali, senza il cui contributo, purtroppo, sarebbe impossibile per Emergency farsi carico dei costi di gestione di una simile struttura. Continuiamo a lavorare perché ciò possa accadere, sebbene il nostro augurio più sincero sia piuttosto un altro: che non vi debba più essere bisogno del lavoro di Emergency, anche in Italia, anche a Taranto”.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: