Gdf sequestra prodotti di bellezza falsi “made in Italy”

Venduti come prodotti nazionali sebbene di fabbricazione cinese. Oltre 30 mila articoli utilizzati nel comparto dell’estetica sono stati sequestrati dai finanzieri della Tenenza di Casarano, in provincia di Lecce, presso una società del basso Salento che si occupa di commercio all’ingrosso, che sarebbero stati venduti come prodotti nazionali. Si tratta, in particolare, di merce costituita essenzialmente da kit per il trattamento delle unghie e prodotti per il viso che, se commercializzati, avrebbero fruttato la somma di circa mezzo milione di euro. L’indagine, che ha portato all’ingente sequestro, si è
sviluppata dapprima attraverso l’individuazione della società, che opera nel settore dell’ e-commerce e, successivamente, con il controllo del deposito adibito allo stoccaggio della merce destinata alla vendita online. Attraverso l’esame della documentazione contabile è stata accertata la provenienza cinese dei prodotti e quindi la scoperta del tentativo di ingannare il consumatore apponendo un marchio e scritte che avrebbero indotto a ritenerli di fabbricazione italiana. L’amministratore unico della società, un uomo di 30 anni, della zona, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per “vendita di prodotti industriali con segni mendaci”, reato previsto dal codice penale e punito con la reclusione fino a due anni e con la multa fino a ventimila euro.

gdf

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: