Gallipoli: scoperta una polveriera di fuochi illegali

A pochi giorni da San Silvestro, nel corso dei servizi di prevenzione generale e controllo economico del territorio,
i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce hanno scoperto un’autentica polveriera di fuochi illegali. In particolare, durante un controllo su strada, i baschi verdi del Gruppo Lecce, insieme ai finanzieri della Compagnia di Gallipoli, hanno scoperto che un uomo, incensurato e di nazionalità italiana, trasportava una grande quantità di materiale pirotecnico “fatto in casa”.
Nel corso della successiva attività di perquisizione domiciliare, i militari hanno trovato un laboratorio abusivo di fuochi pirotecnici, dove vi erano diverse attrezzature professionali per la lavorazione artigianale di materiale esplodente e alcune casse con botti e fuochi d’artificio già perfettamente confezionati e pronti per essere utilizzati. I militari, oltre a sequestrare quasi 6000 componenti per il confezionamento di giochi pirotecnici, hanno trovato oltre 16 kg di polvere da sparo, nascosti e sotterrati nel giardino dell’abitazione.
Al termine di queste operazioni di servizio, le fiamme gialle hanno confermato che il materiale trovato era stato prodotto illegalmente, in maniera artigianale, violando le norme sulla sicurezza e senza adottare alcuna cautela per la pubblica incolumità. L’incauto artigiano è stato denunciato a piede libero con le accuse di detenzione abusiva di prodotti esplodenti, fabbricazione abusiva e ricettazione.
Nel corso del 2017, l’attività delle fiamme gialle di Lecce, ha permesso di sequestrare oltre 500 kg di manufatti pirotecnici e continuerà nei prossimi giorni con una serie di controlli mirati contro la vendita e la produzione abusiva di fuochi d’artificio pericolosi al fine di limitarne al massimo i danni causati dall’utilizzo improprio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: