Furto sul set di Ozpetek: spariti gioielli per 50 mila euro.

LECCE – Orologi e gioielli per un valore di circa 50 mila euro sono stati rubati la scorsa notte dalla cassaforte all’interno di  uno dei tir della produzione di “Allacciate le cinture”, il film che il regista turco Ferzan Ozpetek sta girando da un mese a Lecce.
I ladri, dopo aver forzato il portellone posteriore del tir contenente i costumi per le riprese parcheggiato nella zona industriale di Lecce, hanno manomesso la cassaforte e si sono impossessati di tre orologi e due anelli. I preziosi erano stati prestati alla produzione da alcuni sponsor per essere utilizzati in alcune scene del film.
A dare l’allarme, all’alba di questa mattina, alcuni operai impiegati nella produzione andati a prelevare il mezzo. Attraverso lo specchio retrovisore si sono accorti che la porta laterale destra del rimorchio era praticamente spalancata. Denunciato l’accaduto in Questura, gli agenti della Squadra Mobile hanno avviato le indagini per cercare di risalire agli autori del furto.

”Profonda amarezza a nome di tutti i salentini” è stata espressa dal presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, dopo aver appreso del furto sul set leccese del regista innamorato del Salento e della città capoluogo, Ferzan Ozpetek. ”L’assalto al furgone – ha sottolineato Gabellone – non è solo un episodio criminale, m a è anche un pessimo ricordo di noi e della nostra terra nei confronti di un artista eccezionale”. Ed ha concluso – “E’ a nome di tutti i salentini onesti che oggi chiediamo scusa a Ferzan ed alla sua squadra”.

In merito il ministro dei Beni Culturali, Massimo Bray, nato a Lecce, in un tweet ha scritto: “Sono stato con Ferzan Ozpetek sul set del film che gira nella mia citta’. Il cinema italiano va sostenuto a pieno”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: