Fragagnano: maxi sanzione ad azienda metalmeccanica

 

Hanno tentato invano di fuggire quando all’interno dell’azienda presso cui prestavano la propria attività si è presentata la Guardia di finanza. I militari della Tenenza di Manduria, impegnati su disposizione del Comando Provinciale di Taranto in azioni di contrasto del “lavoro sommerso”, hanno eseguito un controllo presso un’azienda metalmeccanica di Fragagnano.

 

02.05.2013 - lavoro nero

 

All’interno del capannone, i finanzieri hanno individuato, tra gli undici dipendenti dell’impresa, sette lavoratori completamente in nero, alcuni dei quali stavano cercando di sfuggire al controllo dileguandosi attraverso un’uscita secondaria. A causa delle gravi violazioni alla normativa sul lavoro, riscontrate al termine dell’ispezione, i militari hanno avviato la procedura prevista per l’irrogazione della maxi sanzione stabilita dalla legge nei casi di “lavoro nero” che va da un minimo di 1.500 ad un massimo di 12.000 Euro per ciascun lavoratore irregolare, maggiorata di 150 Euro, per ciascuna giornata di lavoro effettivo. Nei confronti dell’azienda è stata, inoltre, avviata la richiesta di emissione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.
L’operazione si inserisce nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio attuata dalla Fiamme Gialle, finalizzata non solo al contrasto di ogni forma di illegalità economica, tra cui il lavoro nero, fenomeno che produce effetti distorsivi al regolare sviluppo dell’imprenditoria locale, ma anche alla tutela dei diritti dei lavoratori.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: