Disastro Ferroviario: prosegue solidarietà delle donazioni di sangue

Il Centro Trasfusionale dell’Ospedale S.S. Annunziata, il Direttore Generale ASL TA Avv. Stefano ROSSI, in accordo alle disposizioni Regionali, hanno deciso di tenere aperto il laboratorio Trasfusionale sino alle ore 20.00 di ogni giorno, per garantire la massima affluenza di donatori, apertura che è iniziata sin dalle prime ore dopo il tragico incidente ferroviario accaduto nella BAT.
E’ stato assicurato l’accesso alla donazione a tutti coloro che, già dalle prime ore di martedì pomeriggio, si sono recati presso la Struttura Ospedaliera o hanno contattato telefonicamente i sanitari del SIMT per ricevere informazioni.
Data la situazione d’urgenza, i sanitari che avevano completato il turno di servizio anche se residenti in provincia, sono ritornati a lavoro per questa gara di solidarietà. I donatori con grande spirito di generosità, affiancati e sostenuti anche dalle Associazioni di volontariato della provincia Jonica, hanno atteso il turno in maniera rispettosa e composta.
In data 13 luglio tale generosità ha coinvolto anche i donatori della provincia i quali si sono portati nelle Articolazioni Organizzative degli Ospedali di Castellaneta, Martina Franca e Manduria facendo raggiungere risultati davvero straordinari.
Anche uomini e donne delle Forze Armate hanno dato il loro contributo attraverso l’accesso alle donazioni presso l’Ospedale Militare di Taranto.
I risultati sono stati davvero eccezionali:497 sacche di sangue raccolte nella provincia Jonica in due giorni con l’ausilio del personale medico e paramedico che ha assicurato, oltre alla raccolta, la lavorazione e la validazione delle unità di sangue secondo gli standard di legge, della normativa vigente. Questo ha contribuito a fronteggiare l’emergenza sangue che già non consentiva di soddisfare completamente le richieste dei pazienti microcitemici e dei pazienti cronici i quali necessitano di trasfusione. Il personale del centro Trasfusionale ha prodotto unità valide messe a disposizione per il centro regionale sangue (CRAT) al fine di evadere le richieste impegnate alla cura dei numerosi feriti del tragico incidente ferroviario.
La Direzione Generale ringrazia tutti i donatori e operatori sanitari della provincia di Taranto per il loro contributo e quanti sensibilmente, a vario titolo, hanno unito sinergicamente le forze consentendo questa gara di solidarietà.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: