Depuratore Manduria. Franzoso: “Emiliano ha fatto la figura dell’ultimo della classe con i suoi stessi uffici”

“Bugiardo e pure incompetente. È il giudizio rimediato da #Emiliano a seguito del parere negativo della sezione Risorse idriche della Regione che boccia il progetto per il #depuratore di Sava – Manduria e mette fine alla farsa del fantomatico “scarico zero”.” Ad affermarlo è

il Consigliere regionale Francesca Franzoso alla bocciatura ieri del progetto di fattibilità tecnica ed economica per il riutilizzo dei reflui trattati dal nuovo depuratore ce relativi scarichi complementari” presentato da AQP.
“Già con la delibera di modifica del PTA avevo sbugiardato Emiliano sull’eliminazione dello scarico in mare (obbligatorio per legge, non mi stancherò mai di ripeterlo). Semplicemente si sostituiva, dissi a suo tempo, nonostante i tentativi di dissimulare la scelta, la condotta sottomarina” con uno “scarico di soccorso in mare” che vi arriva “mediante un solco naturale sfociante in battigia”. Ora , con il disco rosso della Sezione, arriva una sonora bocciatura in fatto di conoscenza legislativa. Il progetto, ammonisce l’Ufficio, non è conforme D.Lgs 152/06, al vigente PTA (ironia della sorte modificato con delibera nel 2017 proprio per questo progetto) e al R.R. 13/2017. Insomma , a furia di promettere l’impossibile, e avvalendosi di una certa dose di ingegneria creativa, Emiliano ha fatto la figura dell’ultimo della classe con i suoi stessi uffici.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: