Depuratore: #delocalizzazioneunicasoluzione giovedì la protesta a Torre Colimenae

Corre sul filo del web l’hashtag #delocalizzazioneunicasoluzione che richiama l’attenzione su una delle richieste che sarà chiaramente ribadita giovedì prossimo 1 Agosto nel corso della grande manifestazione di protesta organizzata contro la realizzazione del depuratore nell’attuale sito a Specchiarica – Urmo nella marina di Manduria. L’altra richiesta è quella dello stop immediato dei lavori, quei lavori che da qualche settimana procedono senza sosta nonostante la contrarietà della popolazione per un’opera ritenuta uno spreco di denaro pubblico e un danno per l’ambiente. Di depuratore e soprattutto della protesta di domani 1 agosto si parla ovunque. La vicenda è tornata nuovamente alla ribalta nazionale grazie al grande lavoro di coinvolgimento di Cosimo Breccia coordinatore del Movimento Manduria Noscia che ha avviato contatti con tantissimi esponenti del mondo dello spettacolo, del giornalismo e di altri comuni vicini che hanno aderito condividendo la battaglia per la salvaguardia dell’ambiente. Un mare da vip quello di Torre Colimena a due “passi” da Punta Prosciutto una tra le spiagge più belle al mondo, difeso da tanti vip che sui social hanno lanciato anche un semplice messaggio spronando i cittadini a difendere questo paradiso e a partecipare all’iniziativa. Stesso messaggio rivolto dal comitato unitario che ha invitato tutti i cittadini e gli ospiti nelle nostre località di vacanze a partecipare numerosi alla manifestazione di giovedì 01/08/2019 alle ore 19.00 a Torre Colimena. (raduno presso la Torre Saracena)
La presenza di numerosi manifestanti serve a dare forza alle richieste a spostare il depuratore dalla zona di Urmo – Belsito, a chiedere l’immediata sospensione dei lavori del realizzando depuratore consortile e l’istituzione di un tavolo urgente con Regione Puglia ed Aqp per ridiscutere l’attuale sito del depuratore. “Non rinunciamo, anzi pretendiamo, la costruzione di un depuratore che possa servire ai comuni interessati purché venga posizionato lontano dalla costa, non ci fermeremo ed attendiamo atti concreti per la progettazione e finanziamento delle reti fognarie delle marine.” spiega in una nota il comitato e conclude con l’invito “Tutti insieme con il sostegno degli Amici Boomdabash, Pinuccio, Remo Croci, Mandrake e tanti altri che sicuramente aderiranno in futuro. Sono previsti interventi di personalità dello Spettacolo, delle istituzioni interessate in questa battaglia e degli ospiti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: