Depuratore. Arcangelo Durante: “Basta bluffare: ognuno dica da che parte sta!”

La situazione emersa dopo l’ultima Conferenza di Servizi a Bari ha risvegliato le preoccupazioni dei cittadini sul sito scelto per l’impianto di depurazione consortile Manduria – Sava. Cittadini che sono pronti nuovamente a protestare.
Prima della manifestazione fissata per il prossimo 16 Dicembre 2018 a Manduria che porterà in piazza quanti non condividono la collocazione del depuratore consortile Manduria – Sava a Urmo Belsito, occorre però un preliminare momento di chiarezza. E’ l’ex consigliere comunale Arcangelo Durante a chiedere a tutti partiti politici, associazioni, comitati e movimenti di manifestare apertamente la propria posizione. In tanti anni di proteste, purtroppo, più di qualcuno si è schierato ora da una parte ora dall’altra. “Se oggi ci troviamo ancora in questa situazione – dice Durante – lo si deve fondamentalmente a due ex sindaci Francesco Saverio Massaro che nel 2005 indicò, senza informare e consultare nessuno, l’attuale sito a ridosso delle marine, e Roberto Massafra che non ha mai voluto ascoltare le istanze dei cittadini preoccupati di perdere, tra emergenze e inefficienze, la bellezza del nostro territorio tra mare e riserva naturale, le sole risorse su cui Manduria può ancora contare per un futuro sviluppo. Massafra fece, inoltre, perdere l’unica occasione di spostamento in contrada Serpenti proprio dopo le due imponenti proteste del 31 Marzo e 7 Aprile 2017: mentre il Consiglio Comunale di Avetrana approvò la delibera che sosteneva tale sito, l’Amministrazione Massafra approvò una delibera che nulla aveva a che fare con l’accordo sottoscritto a Bari sullo spostamento in contrada Serpenti. A parte pochissimi che hanno sempre coerentemente manifestato il proprio dissenso in relazione all’ubicazione del depuratore, è necessario pertanto capire con estrema chiarezza chi è a favore della delocalizzazione, ritenendo che ogni variante provocherà danni alle marine, soprattutto in considerazione del fatto che in un consiglio comunale monotematico allargato ai Consiglieri Regionali e alle forze politiche non presenti in Consiglio diversi esponenti tra cui Manduria Migliore con Domenico Sammarco, Movimento Cinque stelle consigliere regionale Casili, il consigliere Morgante, La Lista Girardi … e anche a quei personaggi che all’epoca si sono sempre nascosti dietro l’Amministrazione Massafra, salvo ora uscire allo scoperto in maniera autonoma si schierarono con le varianti proposte dal prof Del Prete. Ecco ora Durante fa appello a tutti: “Basta – conclude – una volta per tutte i manduriani devono sapere, prima del 16 Dicembre, chi è favorevole allo spostamento e chi invece continua a sostenere le varianti e l’impianto a Urmo Belsito”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: