Controlli ad agriturismi e B&B: trovati 11 lavoratori in nero

Taranto – Agriturismi e Bed&Breakfast sotto la lente degli ispettori della Direzione Territoriale del Lavoro di Taranto che ieri hanno eseguito una serie di controlli presso le strutture di due comuni della provincia. Diverse le irregolarità riscontrate, alcune delle quali attestano gravi situazioni di lavoro sommerso e illegale.
Divisi in due squadre, gli ispettori hanno fatto visita a cinque attività ricettive, con il supporto dei carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro. Particolarmente pesante la situazione riscontrata in una delle strutture controllate, dove sono state trovate a lavorare ‘in nero’ ben 11 persone (6 uomini e 5 donne), su un personale composto in totale da 21 lavoratori.
La presenza di un tasso di occupati irregolari pari al 52% del totale ha fatto scattare il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, come prevede il decreto legislativo 81 del 2008. Lo stesso potrà essere revocato solo dopo l’assunzione dei lavoratori in questione e il pagamento della somma di 1.950 euro. Al trasgressore, inoltre, sono state comminate sanzioni amministrative per 49.000 euro, a cui dovrà aggiungersi il versamento dei contributi Inps e Inail. Restano, invece, ancora da verificare le posizioni delle altre aziende ispezionate.

Carabinieri NIL 4

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: