“Centri storici e ricettività turistica”: Manduria Lab avvia confronto con i Comuni virtuosi

“Guardare Comuni virtuosi per ricostruire la Città”. E’ l’idea che ha portato Manduria Lab, laboratorio politico progressista, ad avviare una serie di incontri per
confrontare e far proprie le esperienze dei Comuni vicini che hanno già affrontato e risolto le stesse problematiche. Il primo degli incontri sarà dedicato a “Centri storici e ricettività turistica” e vedrà la partecipazione del sindaco di Ceglie Messapica, città che in questi ambiti ha compiuto passi da gigante. Un prezioso contributo al confronto sarà dato dall’Architetto Aureliano Conti, componente del pool di tecnici che fu autore di un Piano Particolareggiato del centro storico di Manduria, che giace dimenticato in qualche scaffale del nostro municipio.
“Nonostante gli sforzi che tanti imprenditori, commercianti, associazioni, organizzazioni di categoria, compiono da anni per dare alla nostra città una destinazione turistica e un’immagine in grado di attrarre i flussi di visitatori, che sempre più scelgono la Puglia come meta, – afferma in una nota Manduria Lab – Manduria risulta ancora saldamente ancorata al suo posto di fanalino di coda, nella graduatoria delle località più frequentate. Alle lodevoli iniziative di tanti, anche giovani, che stanno investendo in alcuni settori in crescita, come l’agriturismo, l’enoturismo, l’enogastronomia ed una ricettività qualificata, fa da contraltare lo stato miserevole della nostra costa, abbandonata al caos o ad una speculazione senza regole (in assenza del Piano Spiagge), e quello di abbandono dei nostri beni archeologici, carta vincente nella prospettiva di un turismo culturale , non esclusivamente legato ai flussi stagionali.
Che cosa è mancato? Sicuramente la visione d’insieme che solo una cabina di regia in grado di realizzare un vero e proprio Piano di marketing territoriale, creando sinergia tra tutte le iniziative e le potenzialità,
unificando gli sforzi, saprà perseguire.
Dispiace dire che le amministrazioni che si sono succedute nel recente passato non hanno saputo interpretare questo ruolo, abbandonandosi ad una gestione superficiale ed improvvisata delle risorse del territorio, dedite più alla ricerca del consenso spicciolo che ad intercettare le possibilità offerte da finanziamenti regionali, nazionali o europei, come invece hanno lodevolmente fatto tanti Comuni vicini.”
“Noi di Manduria Lab – affermano in conclusione – siamo invece convinti che abbandonarsi all’ improvvisazione, dettata da una sostanziale mancanza di competenze, non sia più possibile, in un mondo che viaggia veloce e che ci sta lasciando inesorabilmente indietro. Per questo abbiamo deciso di creare occasioni di confronto tra coloro che vogliano e possano dare un contributo di idee per uscire dalla situazione di stallo in cui ci troviamo, utilizzando le conoscenze e l’esperienza di quegli amministratori che hanno saputo dare un decisivo impulso allo sviluppo dei loro territori.”
L’appuntamento è per le ore 17.30 nella sala Consiliare di Manduria.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: