In Camera Commercio è nata la seconda startup innovativa della provincia di Taranto

Sale a due il numero delle startup innovative della provincia di Taranto costituite con procedura digitale senza notaio, con il supporto dell’Ufficio AQI – Assistenza Qualificata alle Imprese della Camera di commercio.
Nasce, infatti, Euroreti srl, con sede in Martina Franca (TA), costituita con accertamento e autentica da parte della dr.ssa Claudia Sanesi, Conservatore del Registro Imprese, e l’assistenza dei funzionari camerali, dr. Francesco Maraglino e dr.ssa Laura Liuzzi.
Grazie a questa procedura, che consente l’immediata iscrizione al Registro delle imprese, Euroreti srl è da subito attiva e avrà come ambito di operatività il cablaggio di reti elettroniche di comunicazione innovativa in fibra ottica (FTTH – NGN) ad alto valore tecnologico senza soluzione di continuità sino alla sede dell’utente.
“Oltre alla rapidità della procedura di costituzione, abbiamo scelto questa modalità per il vantaggio concreto rappresentato dal notevole risparmio nei costi. Questo ci consente di iniziare ad operare subito, verificando il progressivo successo del servizio sul mercato – evidenzia il legale rappresentante della nuova startup, Luca Cervellera. Siamo soddisfatti di come funziona il servizio AQI della Camera di commercio di Taranto e ci chiediamo perché, considerati gli strumenti oggi disponibili per la nascita di startup, non ci sia maggiore fermento nella nostra provincia. Noi abbiamo deciso di puntare su un settore innovativo: intendiamo portare una tecnologia che oggi sul territorio non esiste, ponendo attenzione agli aspetti di economicità nella fornitura del servizio e, grazie all’utilizzo delle infrastrutture già esistenti, di riduzione dell’impatto ambientale”. 
“Dopo la costituzione della prima startup nativa digitale, ChiancheWeb srl il 28 giugno scorso, oggi anche Euroreti è operativa. Al legale rappresentante e alla squadra auguriamo buon lavoro – commenta la dr.ssa Claudia Sanesi. Accedere a questa procedura è semplice (http://startup.registroimprese.it). La Camera di commercio, attraverso l’AQI supporta gli aspiranti imprenditori, verificando la correttezza degli atti e assolvendo ai successivi adempimenti obbligatori per loro conto, secondo quanto stabilito dall’art. 25 del Codice dell’Amministrazione Digitale. È un bel passo avanti nella semplificazione, bastano un paio di appuntamenti per attivare l’impresa. Secondo il 15° rapporto trimestrale del Ministero dello Sviluppo Economico – conclude Sanesi – nella nostra regione l’incidenza delle startup innovative in rapporto al totale delle nuove società di capitali è pari all’1,6%, percentuale che colloca la Puglia al decimo posto fra le regioni italiane. La provincia di Taranto non ha una buona performance. Auspichiamo che l’azione degli uffici camerali contribuisca ad un incremento quantitativo e qualitativo nella nostra provincia”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: