I bilanci di fine anno e i propositi per il 2018 di Confcommercio Manduria

“La fine di un anno dà l’opportunità di fare bilanci e di rilanciare progetti
e obiettivi per quello in arrivo. Durante questo lungo anno, dettato anche dall’instabilità politica e amministrativa, Confcommercio Manduria si è impegnata nel tentativo di far uscire la città da un letargo in cui sembra inesorabilmente sopita.” E’ il presidente di Confcommercio Manduria a tracciare, in una nota, un consuntivo sull’attività svolta sinora dall’associazione e sui progetti futuri.
“Nasce proprio da questo il forte impegno nella realizzazione del progetto D.U.C. (Distretto Urbano del Commercio) su cui, negli ultimi mesi, tutta la direzione di Confcommercio Manduria si è spesa in maniera attiva e propositiva. Tuttavia, è evidente che la risorsa che pure il D.U.C. di Manduria rappresenta, non può essere sufficiente a risolvere quelle che sono le problematiche, spesso croniche, del nostro territorio.”
“Le questioni da affrontare – spiega Daggiano – sono tante e di diversa natura: dall’annoso problema dell’abusivismo commerciale e la necessità di creare apposite zone mercatali per il commercio quotidiano, all’esigenza di creare un’isola ecologica ad hoc per le attività commerciali di somministrazione, passando per un ripensamento dei parcheggi a pagamento e della viabilità, da sempre cruccio della nostra associazione. Alcune di queste situazioni potranno già essere risolte grazie al “Piano Strategico del Commercio”, realizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale, in fase di ultima stesura e che potrà essere attivo fin dai primi mesi del prossimo anno (ndr 2018).
Un discorso a parte merita la riqualificazione e la promozione del nostro territorio. E’ di fondamentale importanza ripensare le attitudini e i valori della nostra città creando, anche in sinergia con l’amministrazione e le altre associazioni locali, una nuova strategia di marketing territoriale che porti alla riqualificazione del nostro Centro Storico e delle zone costiere, seguendo il trend positivo che negli ultimi anni vede il Salento, e più in generale l’intera Puglia, al centro dell’interesse nazionale e internazionale. In questo senso il “Distretto Turistico di Taranto”, fortemente voluto da Confcommercio e siglato con il protocollo dello scorso mese di Agosto e istituito con decreto Mibact del 29 dicembre, può essere un ulteriore strumento utile per commercianti e cittadini. Proprio per questo, fin dai primi mesi del 2018, tra i nostri obiettivi primari vi sarà la riqualificazione del Centro Storico, che passa anche per una maggiore presenza di esercizi commerciali e di servizi utili a cittadini e turisti, oltre che la risoluzione in tempi brevi della questione “dehors”, e la valorizzazione delle nostre Marine attraverso il forte sostegno alle nuove e vecchie attività e l’approvazione del piano delle spiagge.
Gli impegni sono tanti, – conclude il Presidente Dario Daggiano – ma allo stesso tempo è tanta la voglia di crescere e di contribuire alla rinascita della città stando ogni giorno vicino alle imprese.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: