Arriva a Manduria la IUC e i rincari sulle cartelle esattoriali

Entrata in vigore con la Legge di stabilità già dal 1° Gennaio 2014, molto presto anche a Manduria si faranno i conti per pagare la IUC l’Imposta Unica Comunale. L’autunno caldo sul fronte delle tasse è assicurato! L’incremento medio dei costi dei servizi urbani anche a Manduria, infatti, subirà maggiorazioni
con il passaggio a questa nuova imposta che, destinata al comune, è articolata in tre distinti tributi, con differenti presupposti impositivi: la TARI, la TASI, l’IMU.
Preoccupata per gli effetti che le tasse potrebbero produrre su un comparto già praticamente in ginocchio come quello del commercio, Confcommercio da tempo ha avviato un percorso di confronto con le amministrazioni comunali del territorio provinciale, con l’obiettivo di fissare criteri più equi per la definizione della tassazione locale. Incontri con le Amministrazioni dei Comuni della provincia e con i referenti locali (dirigenti e assessori), finalizzati a mettere in pista i percorsi utili per contenere gli importi delle nuove cartelle esattoriali. Da Ginosa a Massafra, e così di comune in comune sino a Manduria, dove l’altro ieri, il neo assessore ai Tributi, Raimondo Turco, incontrando i dirigenti della delegazione comunale di Confcommercio, guidati dal presidente Dario Daggiano e dal direttore Angelo Colella, ha illustrato nei dettagli i contenuti del nuovo regolamento comunale. Regolamento in merito al quale Confcommercio dopo un’attenta analisi ha proposto alcune osservazioni attinenti alcune particolari situazioni: 1) i rifiuti speciali prodotti da alcune tipologie di attività (ristoranti, rosticcerie, macellerie, caseifici); 2) le stazioni carburanti; 3)le attività stagionali che non superano i 183 giorni.
“L’Amministrazione comunale di Manduria – è il commento del presidente Daggiano- si è dimostrata aperta al confronto e propensa nel recepire le istanze delle nostre categorie. Le attività del commercio ed il turismo svolgono sul nostro territorio una funzione sociale oltre che economica, ed in questo momento di difficoltà per tutti, occorre trovare un’intesa. Tenuto conto che i rincari sono purtroppo inevitabili e che le attività del commercio sono le più colpite, siamo fiduciosi nell’esito del percorso intrapreso. In quest’ottica – ha concluso – rientra la disponibilità dell’Amministrazione locale nell’incontrare nuovamente la nostra organizzazione per un confronto su Tosap ed Imposta Pubblicità.”

iuc-imu-tasi-tari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: